Polpette rustiche: friggiamo!

Quanto sono buone le polpette fritte e quanti ricordi portano con sé? Ogni volta che le mangiamo ripensiamo ai pranzi domenicali in compagnia di tutta la famiglia, o alla nonna, intenta a dar vita a quei piccoli bocconcini dorati, con gli avanzi della sera prima. Quella friggitrice non ha mai avuto un attimo di tregua, da quando abbiamo deciso di regalargliela, col benestare dei nostri stomaci felici di assaporare quei gusti tradizionali, familiari, che portano con sé la sensazione immediata di casa. In America, addirittura, utilizzano le polpette per condire la pasta, seguendo una ricetta napoletana!

Le polpette, variabili in forme e dimensioni, sono costituite da un impasto corposo e morbido, di carne tritata, uova, formaggio, mortadella e salsiccia: ottime anche una volta raffreddatesi, sono un secondo piatto tradizionale e allegro, per il quale i bambini vanno davvero matti.

Qual è l’occorrente per quattro persone?

  • Carne bovina o mista: 500 grammi circa
  • Parmigiano grattugiato: 80 grammi
  • Due uova
  • Mortadella: circa 200 grammi
  • Salsiccia: 150 grammi
  • Uno spicchio d’aglio
  • Pane raffermo: 250 grammi
  • Pangrattato
  • Sale, pepe, noce moscata
  • Olio di semi quanto basta

Per la frittura, utilizzando una friggitrice potremo gustare polpette molto friabili ed estremamente croccanti: a seconda dei propri gusti, si possono aggiungere all’impasto tocchetti di formaggio tipo emmental, mozzarella, qualche spezia particolare o un po’ di spinaci.

Per iniziare, tagliamo la crosta della pagnotta rafferma e realizziamo dei tocchetti che triteremo in mixer, fino a ottenere una polvere abbastanza fina, ma grossolana. In una terrina, mischiare le carni miste, la mortadella tritata (meglio se al coltello) e la salsiccia privata del budello: tritare il prezzemolo, scegliendo di utilizzare il mixer o il coltello, e aggiungerlo all’impasto assieme agli aromi. Consigliamo di utilizzare noce moscata, oltre a sale e pepe. Unire, così, i formaggi grattugiati, l’aglio tritato (privato dell’anima interna) e le uova sbattute.

Mischiare il tutto fino ad avere un impasto molto omogeneo e spumoso, infine aggiungere il pane e amalgamare di nuovo. Adesso arriva il momento più divertente: la creazione delle polpette! Per prima cosa, lasciate scaldare l’olio di semi nella friggitrice: una volta fatto, prelevare una noce di impasto e creare delle piccole polpettine tonde o ovali, a seconda dei propri gusti. Passare ogni polpetta nel pangrattato e immergerla nell’abbondante olio caldo della friggitrice, facendole cuocere fintanto che non saranno dorate.

Nel caso in cui l’impasto risultasse troppo, rispetto agli ospiti, sarà possibile congelarlo in modo da avere polpette caserecce pronte da friggere all’ultimo minuto: quando le polpette saranno state fritte in friggitrice, consigliamo di conservarle in un contenitore apposito per 1-2 giorni al massimo.

Per rendere ancora più gustoso il tutto, possiamo accompagnare le nostre polpettine rustiche con qualche salsa: salsa allo yogurt, ketchup o maionese per i più piccoli, salsa al tabasco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *